Comune di Pieve Fosciana


Video fotografico
Storia-History-Geschichte-Histoire-Historia
Breve storia del Comune, borgo, località e frazioni di Pieve Fosciana. Provincia di Lucca. Regione Toscana. Italy
Frazioni, località di Pieve Fosciana sono: Capraia, Cipressi, Bargecchia, Lago di Pontecosi, Pellizzana, Pontardeto, Pontecosi, Sillico. (Garfagnana)
BREVE STORIA
Gli abitanti si chiamano Pievarini. Il nome della località deriva probabilmente dal composto di "pieve", con riferimento ad un'antica pieve presente sul territorio e che amministrava la comunità, e del nome proprio di persona  tale "Fuscianus" di origini latine. Tracce preistoriche indicano la presenza umana già nel neolitico, mentre notizie certe sulla presenza stabile a Fosciana risale all'epoca Romana, che con le legioni si erano sbarazzati degli Apuani dopo secoli di lotte. Alla caduta dell'Impero Romano la località si era drasticamente spopolata per le invasioni barbariche sino al Medioevo quando, grazie all'unica chiesa esistente in Garfagnana, San Giovanni Battista e anticamente Santa Maria di Campoli, le genti  potevano battezzarsi. Ai primi del X secolo i vescovi di Lucca iniziarono a concedere le terre ad alcune famiglie longobarde e Pieve di Fosciana venne dato in feudo alla Famiglia Gherardinghi nel 1105. Alla fine del Marchesato Toscano, Lucca iniziò ad estendere i suoi poteri nella Valle del Serchio mentre  i garfagnini con il timore di perdere la loro indipendenza chiesero protezione al Papa con l'aiuto dei pisani, causando così guerre di potere che insanguinarono la Garfagnana. Pieve Fosciana chiese un'ulteriore intervento al Papa stanchi delle vessazioni del Vescovo di Lucca e per salvare la sua libertà. Il Papa Alessandro III da Benevento, con apposita Bolla mise sotto la sua giurisdizione Pieve Fosciana, privilegio che il 5 marzo 1185  sarà riconfermato anche da Federico I come Comune libero. Nel XIII secolo Lucca ottenne da Federico II l'investitura Imperiale sull'intera Garfagnana che mantenne sino al 1430, eccetto alcuni brevi periodi in cui la città finì alla mercé dei fiorentini e dei pisani, soprattutto dopo la morte del grande condottiero lucchese Castruccio Castracani, quando Pisa si impadronì della lucchesia per un lungo periodo, che terminò l’8 aprile 1369 grazie all’intervento di Carlo V, che dopo aver intascato centomila Fiorini d’oro, pose fine alla così detta “Servitù babilonese”. Dopo un breve periodo di pace i nobili garfagnini chiesero protezione al marchese Nicolò d'Este il 3 febbraio 1430, con successive guerre tra Lucca e Modena. Nel 1831 si ribellarono contro Federico IV Duca di Modena ed in questa occasione per la prima volta sventolò il Tricolore Italiano in un capoluogo comunale toscano. Passando infine al Regno d'Italia. Il borgo si trova in una piccola pianura ed è composta oltre che dal centro storico anche da case sparse più moderne e attraversata dal fiume Serchio. L'economia locale è data dalla coltivazione è prevalentemente dedicata al farro e al granoturco, conosciuto come "formenton", quindi grano, segale, patate e i fagioli "pieverini", l'allevamento è prevalentemente ovino. Il turista può ammirare le antiche chiese e la torre di Sillico, poi camminate in mezzo alla natura.
Il Santo Patrono è: San Giovanni Battista; Municipio:Via San Giovanni,48  55036 Pieve Fosciana (LU); Tel. 0583.66821; Fax. 0583.668221

Latitudine
44° 8' 0''
Longitudine
10° 24' 40''
Superficie
28,77 Kmq
Prefisso
0583
CAP
55036
Codice Istat
046025
Codice Catastale
G648
Alt. s.l.m. Comune
369
Alt. s.l.m. Max.
1693
Alt. s.l.m. Min.
250
Informazioni Utili






Sitemap - webmaster